DICONO DI NOI…

“IO VOGLIO ESSERE UNA BELLA PERSONA, IO VOGLIO CHE TU SIA UNA BELLA PERSONA! “il mio mantra di educatrice in un momento in cui sento forte l’esigenza che in questo mondo ci siano belle relazioni. É  da qui che nasce la mia spinta a partecipare pienamente a questo progetto.  Elisa educatrice

 

La mia esperienza al Giardino dei piccoli è sempre stata molto positiva.  Per mia figlia volevo scegliere un percorso diverso, che avesse cura della persona, a cuore le relazioni e nel quale le educatrici riconoscano i bambini come esseri speciali, pieni di energia da guidare con amore. 

Cercavo un posto in cui i gruppi fossero da pochi bambini, così per loro è più facile interagire e per l’educatore è più facile conoscerli bene.

Mi piace quando escono, quando saltano sulle pozzanghere, mi piacciono le attività proposte: Masterchef, posture yoga, inglese, abilità di relazione, nuoto, equitazione, passeggiate, laboratori in cui sviluppare la motricità fine e molto altro…

Per me, è importante anche l’aspetto alimentare perché ritengo che un bambino per crescere bene ha bisogno di mangiare cose sane. Anche in questo sono soddisfatta perché propongono merende semplici biologiche, con tanta frutta e verdura stagionale e buone!!!

In altre parole, cercavo un posto che collaborasse con me per far crescere felice il mio tesoro, che lei da grande, li possa ricordare come gli anni più belli e spensierati della sua vita… penso di esserci riuscita. Mamma Alessia

 

Amo essere educatrice perché sento che ciò che faccio rispecchia pienamente chi sono e ciò che trasmetto ai bambini rispecchia il modo in cui vorrei che andassero nel mondo, come persone.

Michela, educatrice

 

Perchè abbiamo scelto il Giardino dei piccoli?

Abbiamo sempre sentito dentro di noi che era un bel posto per i bimbi, ma per questioni di distanza da casa nostra lo abbiamo inizialmente “scartato”. Un giorno abbiamo scelto di chiedere un appuntamento e dopo il colloquio con Sonia e Cinzia il pensiero della strada da fare era svanito.

Bimbi felici – genitori felici e viceversa. Il posto dove i bimbi si sentono come a casa, dall’accoglienza all’atmosfera, passando al cibo ma non tralasciando l’attenzione che si dà ad ognuno di loro. Le attività che variano ogni giorno fanno si che i bimbi non si annoiano mai, ma anzi attendano felici di ritornare il giorno dopo con entusiasmo.

Tatiana e Nicola Genitori

 Imparare dalla relazione, dal fare, dall’esperienza, dal concreto come in un laboratorio di cucina dove vedo, sperimento e provo con la guida di un esperto. Crescere INSIEME all’altro dando spazio ad emozioni e pensieri costruendo la personalità e l’emancipazione.

Sorrisi, abbracci, sguardi, sentirsi visti e compresi questo è ciò che avviene nei nostri progetti educativi.

Un’ambiente familiare dove sentirsi a “casa” dove il senso di sicurezza domina e permette al bambino di esplorare il mondo fuori e dentro di se. Conoscere e amare l’apprendimento e cogliere le sfide per superare e migliorare ogni volta i limiti personali. Un’ambiente dove far emergere tutte le emozioni e i vissuti personali perchè quando ci si sente sicuri ci si permette di mostrarsi nella totalità, di comunicare quando è difficile e di chiedere aiuto per poi imparare pian piano a fare da soli.

Michela, mamma bambino di Vitae

 

“Mi piace mandare mia figlia al Giardino perchè ha un bel rapporto con i suoi amici, le hanno insegnato a fare amicizia con gli altri:  prende accordi, chiede la loro attenzione per sentirsi compresa, esprime i suoi bisogni, sente che la loro amicizia cresce ogni giorno, é imparare ad accettare le diversità. Io come genitore poi, mi sento coccolato, come a casa.”

Papà Federico

 

Sono Greta, mamma di un bimbo di 4 anni e mezzo. Mi sono avvicinata a questo progetto educativo per cercare di trovare un appoggio/sostegno per accompagnare mio figlio nella sua crescita.

La base per me è diventata : “io ti ascolto, ti comprendo” accogliendo il bambino veramente senza fermarmi solo a “io ti insegno perchè ho più esperienza”.

L’inizio della sua esperienza è stato l’inizio della “trasformazione” di tutta una famiglia.

Quando partecipo agli incontri informativi per genitori è sempre una scoperta, un confronto. La risposta è lì dentro di noi e dedicando del tempo ad aumentare l’attenzione e migliorare la comunicazione c’è più chiarezza del ruolo educativo. “Il primo educatore di un bimbo è il genitore” e grazie a questo progetto il valore di questo ruolo è sostenuto costantemente aiutandoci a far brillare i nostri figli senza standardizzare il processo educativo.

Consiglio il Giardino dei Piccoli perché i gruppi  sono a numero ridotto, le educatrici riescono a dare piena attenzione a tutti i bimbi.

Creano relazioni forti. Seguono le emozioni. Lasciano ogni bimbo libero di essere se stesso, pur insegnando lo stare nel tempo e il piacere di fare le attività.

Cercano di stare il più possibile all’aperto e avere cura della natura e questo mi piace molto.

Greta

Un luogo dove l’essere umano e i suoi bisogni vengono prima di tutto, dove la ricchezza e le peculiarità di ogni bambino trovano investimento e massima espressione.

Un posto dove la cura nelle relazioni fa la differenza nell’apprendimento, accendendo nei fanciulli la motivazione, sostenendoli nella difficoltà e mantenendo sempre vivo in loro la curiosità.

Questa è la realtà dove ho la possibilità di crescere umanamente e come educatore ogni giorno, divenendo una guida sempre più consapevole e amorevole per i ragazzi che ho il piacere e la fortuna di incontrare. Tamara, educatrice

 

La nostra esperienza con il Giardino dei Piccoli è iniziata con il nido in famiglia Primi Passi per il nostro figlio più piccolo, una scelta dettata dalla comodità e soprattutto dalla fiducia che riponiamo in Sonia più che dal progetto educativo al quale inizialmente non avevamo dato molta attenzione essendo il bimbo un neonato. Poi con la partecipazione ai corsi per genitori abbiamo compreso l’importanza e la qualità della comunicazione che vengono trasmesse ai nostri figli ogni giorno al Giardino dei Piccoli per Mattia e nella scuola di Vitae per Giulia la nostra figlia maggiore. Lì i bambini imparano molti valori per noi importanti come, “andar bene così come si è”, “essere gentili”, “non ferire”. E’ una gioia vederli giocare tra loro con cura e amore. 

Alessia e Marco

 Non è una semplice associazione dove vengono erogati servizi educativi, ma un luogo dove l’essere umano viene messo al primo posto, dove le Relazioni sono le fondamenta, dove il bambino viene visto come un individuo consapevole, come un essere umano e dove il genitore ha la possibilità di sperimentare anche su di sé tutto questo e molto di più, questo permette di comprendere in modo più consapevole e profondo la relazione genitore-figlio, di comprendere le sue reazioni, anche quelle che a noi sembrano incomprensibili e a volte chiamiamo “capricci” ma che in realtà sono una modalità di comunicare, sta a noi capire cosa..

C’è un supporto costante da parte delle educatrici mirato al miglioramento della relazione genitore-figlio, relazione che vuole essere educativa, di guida e senza ferite. Ho compreso che mio figlio è anche uno specchio, mi fa vedere le cose che da piccolo mi hanno fatto male, le situazioni e le relazioni che non hanno funzionato e ho capito che voglio essere per lui una guida e come guida sono disponibile a mettermi in discussione, ed imparare. Samuele, papà di Gabriele

 

Serenità, Felicità, Rispetto, Fermezza, Volontà, Gentilezza, Accoglienza, Calore, Sostegno, Comprensione, Motivazione, Crescere ….questi i profumi che respiro qui!

Ripenso com’era la mia vita, com’era il mio bambino, il nostro rapporto prima e sento un’immensa gratitudine per aver incontrato questa associazione e le educatrici, guide che mi hanno preso per mano e mi accompagnano nel cammino in questa fase importante e delicata di vita, essere una mamma, e una bella persona!

Tamara, mamma

 

Mamma: “Dove finisco io cominciano loro”. Questo é il mio sentire di mamma quando penso alla mia scelta di Vitae e del Giardino dei Piccoli per i miei figli. In questa realtà di cura, amore e competenza, i miei bambini sono visti, riconosciuti e sostenuti, immersi in amicizie di una bellezza mozzafiato. Tutto ciò mi rende piena come madre e sicura della mia scelta.

Elisa, mamma

Da quando sono nati i nostri figli ci siamo sempre impegnati per dare loro gli strumenti educativi migliori per farne, speriamo, persone che possano affrontare le sfide che ogni giorno la vita gli presenterà, ma quello che ho compreso in seguito è quanto questo fosse l’inizio di nuove scoperte per me come uomo, marito e padre.

Il percorso che abbiamo intrapreso ci ha fatto crescere; l’ascolto, la comprensione, l attenzione alla comunicazione e alla gentilezza hanno reso migliori tutti i nostri rapporti familiari, professionali e personali. La scelta di metterci in discussione è lavorare sulle nostre relazioni ha reso la nostra vita ancora più felice perché riusciamo a godere appieno di ogni momento e possiamo affrontare la crescita dei nostri bambini certi di essere in sintonia, appagati e felici.

Marc, papà

 

 Dove collaboro è una realtà di belle relazioni dove insegniamo fin da piccoli ad avere cura dell’altro: che sia un amico, un familiare, un adulto o un bambino. Aiutiamo a scoprire, coltivare e applicare le abilità che ci sono in ognuno di noi.

È bello avere amici che non ti fanno sentire solo e relazionarsi con loro avendo cura di non ferire e rimanendo gentili.

È una realtà che ti aiuta ad affrontare le crisi e ti permette di superarle grazie al confronto, alla comprensione e alle belle relazioni.

Eloise, mamma e volontaria.

 La mia esperienza di aver trovato questa Associazione è stata come trovare la preziosa perla nell’oceano. È il miglior posto che potevo immaginare per  mia figlia.
Eva non ha mai pianto perché non voleva andare , addirittura sabato e domenica mi chiedeva di accompagnarla al Giardino. Quando i figli hanno il sorriso e stanno bene – si vede, quando ricevono l’amore – si vede, quando imparano le regole – si vede, quando rispettano gli altri – si vede è tutto questo si vede nell’atmosfera che le bravissime educatrici creano per il bene di tutti.
Qui mia figlia si sente amata, compresa, libera di esprimere il desiderio o dispiacere, sa di essere accolta, riceve abbracci gratuiti con amore ed impara a sua volta di dare, esperimentare, come comportarsi con gli altri, condividere, essere e capire se stessa!!
Posso dire ultimo pensiero, che se tutte le scuole fossero fondate sui metodi di educare come questa Associazione , il nostro mondo sarebbe migliore, perché tutto comincia dall’infanzia!!

Svetlana, mamma.

Essere educatrice in questo progetto significa dare la possibilità ad ogni bambino di poter crescere esprimendosi completamente.

I bambini sono accompagnati con cura nei loro bisogni ma anche aiutati a sostenere i momenti difficili che si incontrano nel quotidiano.

Con le abilità umane si creano belle relazioni, si rafforza la collaborazione, si crea un clima positivo, si valorizzano le abilità personali di ognuno, si coltiva la gentilezza e la volontà, si accompagna nella crescita e nelle conquiste personali.

E’ un piacere crescere con ognuno di loro.

Cinzia, volontaria.

 

Mi piace portare mia figlia al Giardino dei Piccoli perché sento tanta cura nel guidarla ad esprimersi pienamente e nel modo più adeguato. Mi piace portarla qui perché sperimenta quotidianamente il valore di stabilire accordi e costruire relazioni gentili con gli altri.

Michela, mamma.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>