Ci sono persone che fanno un pezzo di strada con te e poi le devi lasciar andare, ma nel tempo che trascorri con loro fai del tuo meglio per non perderti nulla, fai in modo di viverli pienamente.

sentiero 1

Vi è mai capitato di guardare indietro e vedere quanto hai lasciato? Sei ancora amico del tuo compagno di banco delle elementari? e la tua migliore amica delle medie? quella con cui hai provato a fumare, o quella a cui hai raccontato che il primo bacio è stato “un po’ strano”.

Quante prime volte nella vita, quante emozioni, ma poi sono rare quelle che rimangono.

La verità è che ci vogliono tante abilità per crescere insieme e a volte non è proprio possibile, diversi interessi, diverse spinte a volte tempi diversi: chi vuole famiglia e chi pensa alle feste in discoteca, chi cambia pannolini e chi prenota le ferie alle Maldive.

Fin qui tutto bene, ma ci sono relazioni più di altre che a distanza di tempo non lasci andare, sono quelle che più ti hanno fatto soffrire o quelle che più ricordi con nostalgia. Per entrambe la verità è sempre la stessa: non hai avuto abbastanza abilità, o per fermare le ferite, o per comunicare tutto quello che avevi dentro.

Non siamo disposti a lasciare andare una persona nella misura in cui non l’abbiamo vissuta completamente. Nella misura in cui non l’abbiamo abbastanza amata, abbastanza compresa, in cui non abbiamo pianto abbastanza per lei o non l’abbiamo consolata abbastanza.

Sentiamo spesso dire: “ridi di più, piangi di più, fai più follie”… quello che io ho capito è che abbiamo bisogno di essere compresi di più, di comprendere di più gli altri, di esprimerci completamente, di vedere l’altro brillare di vivere di successi per imparare a stare di fronte ai nostri insuccessi, a comprenderli e rialzarci. Poter trovare una mano accanto a noi tesa e due occhi vivi, che ci dicano: “Forza, rialzati, mi sono rialzato anch’io tante volte, puoi farlo anche tu”.

Ci vuole un pizzico di fortuna ad incontrare queste persone, non lo nego, ma la verità è che la differenza la fanno le tue abilità personali: il tuo saper comunicare agli altri, saper chiedere aiuto, saper comprendere l’altro, scegliere di donare il tuo aiuto, non ferire, dire la verità…..Sono tantissime le abilità umane e tu le hai, devi solo conoscerle, applicarle, avere un contesto adeguato per “fare palestra”, provare, cadere, rialzarti. Fondamentalmente è tutto qui.

Noi di InformAzioneCrescita – Studi Abilità Umane conosciamo le abilità, ce le hanno insegnate, le usiamo, otteniamo risultati, possiamo insegnarti e poi tu farai la tua strada, sceglierai i tuoi amici, il tuo lavoro, la tua casa, ma tu sarai il protagonista…..e in ultima istanza, imparerai a lasciar andare.

Sono Sonia Casotto, conduttrice del corso Abilità & Progetti e della tecnica di Respiro Circolare. Io ho incontrato chi mi ha sostenuto e insegnato le abilità personali, ora posso fare lo stesso per te. Chiedimi maggiori informazioni.

A breve parte un nuovo ciclo di studi, vieni anche tu!
Maestria nella comunicazione sabato 14 e 15 maggio 25 giugno.

Sonia Casotto

www.informazionecrescita.it

sonia@informazionecrescita.it

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>